post parto

Ciambella: falsa amica – di Nadia Piroddi

Continua il nostro appuntamento con i consigli dell’ostetrica Nadia Piroddi.
Oggi si parla della ciambella dopo il parto e di quanto questa sia una falsa amica.

Spesso si sente consigliare da mamme , zie o amiche l’uso della ciambella come ausilio per sedersi dopo il parto quando si prova dolore.

Che si tratti di emorroidi, di suture perineali o vaginali, di edemi, di ematomi o di lussazioni del coccige dopo il parto, nessuna di queste è una buona ragione per stare sedute sulla ciambella.

Essa è una falso aiuto perchè sedendosi sopra ci si trova ” nel buco” e a questo punto la congestione aumenta, il sacco emorroidario si riempie ancora di più, ancora più sangue giunge in quelle zone già doloranti provocando ulteriore edema dei tessuti!

Cosa fare allora in alternativa?

Si può utilizzare un cuscino sotto un gluteo cosi da non appoggiare la parte dolorante sulla sedia, oppure sedersi sulla punta di  una sedia, busto in avanti, gomiti appoggiati sul tavolo, oppure sedersi all’indiana, con le gambe incrociate e busto proiettato in avanti.

Il mio consiglio è comunque di utilizzare, almeno per tutta la prima settimana dopo il parto, una posizione sdraiata laterale, con un cuscino in mezzo alle gambe (cuscino dell’allattamento) fino che la parte perineale appare meno edematosa e dolorante.
Alla prossima!

I contenuti di Mamme di Bolzano e dintorni sono puramente a carattere informativo. Non sostituiscono in nessun modo il parere del medico.

Latest from Mamma

acchiappa angeli

ciondolo chiama angeli

Molte mamme in attesa indossano un ciondolo speciale. Vi siete mai chieste
0 0.00
Torna Su