acchiappa angeli

ciondolo chiama angeli

Molte mamme in attesa indossano un ciondolo speciale. Vi siete mai chieste perchè lo portano e quale è la sua storia?
Dovete sapere che il “chiama angeli“, “richiama angeli” o “bola messicana”, è un accessorio legato ad u
na leggenda nata in Indonesia.

Durante la gravidanza, le donne dell’isola di Bali, portavano sul ventre un piccolo ciondolo che al suo interno conteneva un mini xilofono sul quale si muoveva una piccola pallina.

Mentre camminavano, questo meccanismo creava un suono che, secondo le future mamme, aveva il potere di calmare e comunicare con il proprio piccolo, dentro alla pancia.

Quel tintinnio aveva il compito di rimanere un suono familiare al bambino, anche dopo essere nato.

Gli scienziati hanno affermato che i bambini possono sentire i rumori esterni già da quando la mamma è a 16 settimane di gravidanza e hanno dichiarato  che sentire quel suono, così dolce, è davvero molto importante per vari motivi: in primis perchè ha proprietà rilassanti e poi perchè può insegnare al piccolo, ancora nel pancione, i ritmi di sonno e veglia della mamma, imparando così quelli che dovrà seguire quando sarà nato.

Questa bellissima leggenda è arrivata a tutte le mamme del mondo e tante hanno deciso di indossare questa pallina per creare da subito una connessione con il proprio piccolo.

Utile anche durante l’allattamento dove il chiama angeli può essere usato come gioco e distrazione durante i pasti del bimbo.

Anche oggi il “chiama angeli” è uno dei regali molto graditi dalle future mamme. Assolutamente da conservare nella scatolina dei ricordi e da utilizzare come dono per i figli, quando diventeranno grandi.

Voi lo avete utilizzato?

Alla prossima!

 

0 0.00
Torna Su